Trachea atriplicis

(Linnaeus, 1758)

  • Sottofamiglia: Xyleninae, Dypterygiini
  • Apertura alare: 41-47 mm
  • Periodo di volo: mag - ott
  • Diffusione: Comune
  • Piante nutrici: Polifaga

Informazioni

La Trachea atriplicis è una falena della famiglia delle Noctuidae, sottofamiglia Xyleninae, con apertura alare di 45-52 mm.
Essa è presente in tutta Europa ad eccezione dell'Islanda dell'Irlanda e della Russia europea settentrionale e meridionale.. *
Il suo areale si estende ad est attraverso l'ecozona paleartica fino al Giappone.
In Italia risulta presente in Sicilia ma non in Sardegna. *

Le ali anteriori della Trachea atriplicis hanno una caratteristica livrea bruna o nocciola con screziature verde oliva molto accese; una linea ondulata bianca divide la regione postdiscale, tendenzialmente bruna con aree verdi, da quella submarginale, con prevalenza di aree verdi.
Due stigmate verde oliva acceso sono presenti nella cella discoidale e nell’area mediana; dalla cella discoidale parte anche una macchia bianca, molto evidente che termina a coda di rondine nella regione submarginale in corrispondenza di una serie di lunule marroni, leggermente contornate di nero, che seguono l’andamento della linea bianca precedentemente menzionata.

Le ali posteriori sono marroni chiaro con tendenza a diventare quasi bianche nella regione basale. Il bordo è frangiato.
Testa, torace sono nel colore di fondo dell'ali anteriori, l'addome ha il colore delle ali posteriori con un moderata peluria.

La Trachea atriplicis ha due generazioni l'anno la prima nel periodo fra maggio e giugno, la seconda fra luglio e ottobre. ***
La massima presenza si registra nel mese di luglio.
La Trachea atriplicis spesso si riproduce in zone ruderali piuttosto umide, sulle rive di fiumi e lungo i sentieri forestali e/o bordi della foresta, a volte anche in prati. Sverna allo stadio di pupa.

La larva è di colore marrone violaceo, a volte con una sfumature verdi con linee dorsali e subdorsali nerastre e deboli strisce laterali oblique; linee spiracolari bianco rosate, più scure superiormente. Testa e zampe sono di colore ocra/arancio, Ben visibili due macchie laterali di colore giallo in prossimità dell'ultimo segmento.

La crisalide è di colore bruno, con quattro appendici sul cremaster, le due centrali più spesse e lunghe.

La larva è polifaga e si nutre principlamente di Atriplex, Rumex, Polygonium, Convolvulus, ma è stata registrata anche su altre specie com l'Urtica.


* Lepidoptera mundi https://lepidoptera.eu/ - Fauna Europea https://fauna-eu.org/
** Bestimmungshilfe für die in Europa nachgewiesenen Schmetterlingsarten - http://lepiforum.de/
*** Roland Robineau, Guide de papillons nocturne de France, Delachaux et Niestlé, 2011 p. 125

Trachea atriplicis
Trachea atriplicis
Trachea atriplicis
Trachea atriplicis
Trachea atriplicis
Trachea atriplicis
Trachea atriplicis